Pochi minuti all’alba

Pochi minuti all’alba

Il mondo sembra

stia per esplodere

Guardo verso il sole e

Capisco che dovrei essere

un sacco di altre cose

Mi conosco come

Entità metafisica

Mica come uomo

Non mi penso più

E sento dolore a una chiappa

E potrebbe essere quella di dio

Del David o della collina

Intanto il cielo si fa rosso

Il sole sorge senza chiedere niente

Ed io mi siedo con tutti i miei “non so”

Ieri una amica mi ha detto

Che sembro innamorato

Non so mai che rispondere

Ma ho detto che sì

Per non essere monotono

Poi ho tirato un sospiro

E adesso sono qui

Senza nessuno intorno

A guardare questi tetti

Che si rivelano alla luce

Come ogni mattina

Niente di speciale:

Si continua a bruciare.

Lascio le domande

sul tavolo del terrazzo

Mi godo in mutande i 13 gradi

E penso a chi non ce l’ha fatta

E se fossi qui solo per loro?

Sciocchezze: borbotto…

Poi penso a zio Carver

Dietro la finestra

A guardare le barche

Al pescatore che si affanna

Per portare a casa la pelle

E divento il pescatore

Di una breve poesia

Che tenta di fare

qualcosa di bello

Ma senza volerlo

Poi lo scrivo

Per farmi compagnia

Mentre tu dormi

Da qualche altra parte

Insieme ai miei sogni

E a Biancaneve

con sette cuscini

Piccoli e bianchi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

Il Blog per TE

psicologia, curiosità, musica, cinema, moda e tanto altro!

Terracqueo

MultaPaucis

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: