il bisogno di far ridere (non va mai niente secondo i piani)

il bisogno di far ridere
sottotitolo: (non va mai niente secondo i piani)

voglio essere triste
come il ricordo di un aquilone
come un parcheggiatore abusivo
a cui hanno verniciato le strisce di giallo
come Batman in Batman XXV
quando integralisti cattolici gli chiusero la batcaverna
con la pietra del sepolcro di Cristo V
come quando le dissi che era bella da morire
e lei mi rispose sussurrando: SPERIAMO
e invece all’improvviso
il bisogno di far ridere
ti fa inciampare sul marciapiede
nei due bassotti che corrono di fianco al padrone
legati insieme da una solidissima catena
come un’antica arma medioevale
e ti ritrovi a terra con due wurstell pelosi
che ti leccano il viso
e quando il padrone ti chiede scusa
tu rispondi senza motivi apparenti: grazie!
e poi continuate a ridere
per la durata di tutta la voglia
che avevi di essere triste.

Ammiccamenti (dialogo parecchio notturno iniziato chissà quando a quattro mani e quattro mura, occhi NP)

Ammiccamenti (dialogo parecchio notturno iniziato chissà quando a quattro mani e quattro mura, occhi NP)

…ho letto
e già queste due parole
dovrebbero farti capire ,
ragazza: ho letto!
ho-detto avere-cammelli
tu venire o non venire?
ma meglio se tu venire
sul rivenire invece non garantisco
su, vieni, ragazza
ragazza: sei scemo?
io ho letto, ti sto dicendo
ragazza: ma cosa hai letto?
per scaldarti meglio
pieno di prati freschi se è caldo
e caldi se è fresco
e cuscini e libri di parole soffiate
di parole audaci e accoglienti
non guardarmi così, ragazza
dicevo: ho letto
casa scrivania tavoli vari
diverse lampade
sedie quattro e
non meravigliarti
se mi invento un inventario
coi simboli del nostro immaginario
pur di focalizzare poi l’attenzione
sul fatto che : ho (un) letto
pieno di parole
e vuoto di te
ma che se adesso dicessi sì
allora anche no
non sarebbe vuoto di te
ma pieno anche delle tue parole
e capelli e rossetto
non so se mi capisci
No, che non ammicco,

lo giuro che allungo le mani
è che ho let to!
Capiscimi
letto!
volevo solo dirti
che ti amo
prendendola
un po’ larga…
che fai mi mandi un messaggino?
Che dolce che sei
ok, leggo… leggo…

ragazza: hai letto?
Ma come? vaffanculo?
sì, ok, ho letto.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

Il Blog per TE

psicologia, curiosità, musica, cinema, moda e tanto altro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: