Bel tempo…

​Canto alla finestra

una canzone antica

Al ritmo delle lavandare

Al ritmo del blues

Prima che la musica diventasse blues

La mia gente già cantava canzoni tristi

Da prima che nascessero

i nonni dei nonni dei miei nonni

Adesso che abbiamo relegato la musica

ad un altoparlante polveroso

Molto lontano dagli occhi

& Agli scampoli di attenzione

Tra un nulla e l’altro da raggiungere velocemente

Le nostre anime hanno cominciato a marcire

Più velocemente

Col bene placido dei farmacisti e dei medici di famiglia.

E forse è per questo che la vicina mi fissa con quell’aria da zombie sorridente

e non reagisce al mio complice occhiolino :

Che poi vorrebbe significare:

Buongiorno, visto che meraviglioso tempo di merda anche per oggi?

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

Il Blog per TE

psicologia, curiosità, musica, cinema, moda e tanto altro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: