Frammento del giorno

Quando.
La notte è durata poco, ma è stata accogliente e serena. Come quando un pomeriggio mi addormentai, d’estate, all’ombra dei faggi in riva al lago.
Come quando chiudi un buon contratto che ti farà mangiare per diversi anni.
Al risveglio avevo ancora tutte le cose più care: le voci della vita stipate nei libri, il mio naso tappato, modellato dai dai cazzotti e dai muri, e una certa tenerezza per il genere umano che si fa sempre feroce, quando.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

Federico Cinti

Momenti di poesia

BIBAPPALULA

Parole Diversamente ALiBi di: Michele Cristiano Aulicino

LE RECENSIONI DI ROMINA

LEGGERE FA BENE ALL'ANIMA

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: