Tortura

Tortura 
Mi infilo nel treno

Occupo tre posti

Con una valigia troppo ingombrante

Dalle cuffie parte Bowie:

Dancing out in space

Prendo il libro e apro a caso:

Tortura, si intitola la poesia e

Quando ho finito di leggerla

Il treno passa di fianco a

Certi campi da calcio

Dove ho seminato ginocchia e sudore

Mi viene in mente l’umidita della palude

Che bagnava lo scooter a tarda notte

E tutti i pensieri di quando ero innamorato

O Almeno così credevo

E tornavo a casa cantando

Col mezzo sparato a tavoletta

Lungo oscuri viali semi deserti

Verrebbe voglia di alzarsi e danzare

come natura vuole

se soltanto avessi

una immagine di me un po’  meno goffa

Nel mentre la mia vicina di posto sta studiando diritto internazionale

E sbadiglia senza coprirsi la bocca

Questo la rende più umana di quello che

Vorrebbe far trapelare

Il sonno è più forte di ogni sovrasteuttura

Ma le uniche due cose che mi risuonano a ritmo costante nella mete sono:

L’idea sbagliata che ho di una donna &

Una frase:

Danza in ampi spazi aperti, ragazzo.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

miriammessina

Vivo e scrivo sulla splendida isola d'Ischia

ENDangered Peoples News

We must talk about it

stare senza mutande allunga il pene

stare senza mutande aiuta ad allungare il pene?si perché...

THE MESS OF THE WRITER

"SAPERE TUTTO DEL NULLA E NULLA DEL TUTTO." [If you're not italian, you have the possibility to translate all the articles in your own language, clicking on the option at the end of the home page of the blog]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: