E se non sarà sereno…

nostalgia di ogni inizio
e tristezza per la fine –
nel mezzo la malinconia del viaggio
che arriva sempre ad una conclusione –
Carte ammucchiate dal vento e
foglie verdi lungo i marciapiedi.
Capitali turlupinati dalla primavera –
la ghigna bassa
del giardiniere del mio palazzo
quando accarezza il gatto
è una maschera greca 
che amplifica ogni solitudine –
Carponi, pare dire alle formiche:
c’era un tempo in cui…
tuuuuuutti i cancelli venivano battuti
a colpi ti martello – sapete?
questo è il pensiero estruso
dalla spremitura di tutti i sentimenti.
Spicchio d’azzurro vivo 
– come una minaccia tra i palazzi –
è l’occhio del ragazzino che sono sempre stato
ogni volta che sarà sereno
e se non sarà sereno
si rasserenerà.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

Federico Cinti

Momenti di poesia

BIBAPPALULA

Parole Diversamente ALiBi di: Michele Cristiano Aulicino

LE RECENSIONI DI ROMINA

LEGGERE FA BENE ALL'ANIMA

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: