Parco Mondo

gli alberi parlano la lingua 
della fotosintesi
i fotografi pure
ma non si sanno parlare
io non parlo nessuna lingua
ma simpatizzo per gli alberi
così vado camminando
nell’ombra perenne
che fa la pianta col lampione
rassicurazioni . 
da qui non mi muoverò mai
vento permettendo
controindicazioni.
di giorno non esisto.
svolgimento.
camminavo per il parco
con questa canzone per la testa
quando mi smarrii 
in una birra scura.
intermezzo.
trallalllalla fari che flirtano con le siepi
puzza di quadrupede bagnato
timore di pestare una merda in penombra.
romanticismo.
ti penso da ogni angolazione.
ripresa.
mi allontanai dal parco
con fare modesto
senza alzare il bavero
delle grandi labbra
fin quando non mi ritrovai
in una pozza di luce
appena fiorita.
conclusione.
è finita anche la birra.
morale. 
da dimenticare.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Chiavari EMOZIONI tra Caruggi e Portici

Da un'Emozione nasce un Disegno da un Disegno un'EMOZIONE

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

Onda Lucana

che la pecora sia sempre con Voi!!

Antalgica Poetica

L'essenziale è invisibile agli occhi ... ed anche al cuore. Beccarlo è pura questione di culo

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: