Pazienza

12 44
squilla il microonde
ma il thè verde fumante 
lo cerco in lavatrice e
nell’oblò c’è soltanto 
il profumo dell’ammorbidente
oggi ho i pensieri che vanno in risonanza con le scorregge
penso, nel mentre
le autostrade millantano crediti
mezzo raccomandata
l’ otto Agosto, pare, con terrone ardimento
mi facevo beffe dei dazi
e puntavo a sud – alla baionetta
adesso youtube in shuffle
suona Mia Martini
– sai, la gente è strana…
poi mi squilla anche il telefono
mi dicono che un tizio
ci sta rubando un’idea
a cui lavoriamo da anni
io sorrido di gusto 
sorseggio il thè
fuori è un giorno bellissimo
c’è un sole che limona coi pompelmi
e qualcuno suona il violino
nel palazzo vicino
poi youtube suona ancora Piano Bar
e penso a quando avrei ucciso qualcuno
per poter suonare vecchie canzoni con una voce graffiante –
non sarò mai un vecchio pianista ubriaco
è ufficiale. 
adesso suona un carillon con musiche angoscianti
e non avrò una erezione almeno fino a dopodomani
adesso sono le 12 e 57 
e non è cambiato niente 
sono solo un po’ più allegro
non sei un po’ più allegro anche tu che leggi?
no eh? Beh, pazienza.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: