50 Cents

Dico, Michele, rilassati
Assapora questa sensazione
Che ti tiene sul bordo del pianto
Assapporala fino in fondo
Lascia scorrere il brivido
Fino alle unghie dei piedi
Lasciati attraversare da questo vuoto
Sei fermo e scrivi come un sasso
In questa fiumana di odori e di profumi
Non che sia una gran cosa
Ma oggi è diverso, senti:
È lei È la primavera
È la sensazione che da un momemto all’altro
Non succederà nulla di niente
Respira. Cribbio. Non morirai oggi. Forse.
Respira come se esercitassi un diritto
Sei qui per diritto di nascita
E spingi allora qualche altro Newton sul pavimento.
Questa è la vita. Hai bevuto un pessimo caffè
E mangiato un panino inutile.
Abbracceresti chiunque. Tutti.
E fortuna che non ci sia un pianoforte nei paraggi
Come le altre volte.
I tabelloni dei treni scorrono come lotterie
Come ghigliottine
Cadono come pailettes consumate
Cadono 50 cents sul pavimento
E suonano nella stazione
Come un gong.
Carnival is over. Carnival is over…
È tutto quello che sai pensare.

(Dead Can Dance. Ndr)

Combaciami ancora

Entri in un mezzo di trasporto
E vieni trasportato
Da un punto A
Ad un punto B
Con A e B liberi
Di brucare tra i rovi
Dello spazio-tempo.
Sfido io a capire
Di che cosa stiamo parlando
Il principio di indeterminatezza
Vige anche per questi punti
Che poi saremmo noi
Questi punti A e B e
Quella sera che fummo contenti
Ci combaciammo molto
Ci sovrapponemmo
E fummo degli intorni
Prossimi a piacere
(Con Molto piacere)
Gli uni degli altri.
Ma non solo
E se pure non abbia idea adesso
Di dove, come e quando stia andando…
Sebbene dicano gli autisti di puntare
A nord, ché le mura a dritta erano smarrite…
E se pure ci stessimo adesso incrociando
Su questa insignificante
Lingua d’asfalto
Called Autostrada
Riconosco il romanticismo puntuale
Della questione perduta ma
Se: Combaciami, ti dissi
Allora:
combaciami ancora
Ti dico.
E Tutto Il resto è
Livida letteratura
Buona per passare il tempo
Qualsiasi cosa questo significhi
,

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

Il Blog per TE

psicologia, curiosità, musica, cinema, moda e tanto altro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: