Tornando a casa

​camminavo lungo il fiume

era buio –  pioveva

il vento pettinava le cose

dava ordine alle correnti

la luce si nascondeva

nei cappotti di nebbia e vapore

andavo contro corrente

tornavo a casa

ero solo e dimenticato

ero leggero e santo

come lo sguardo di certe donne

che incrocio per la strada

dietro ai vetri delle macchine

come la vita quando ti dice

che appartieni alle cose

e che il mondo è niente

e tu sei felice di essere solo

ciò che vedi

ciò credi di vedere

Ciò che pensi di essere

e tutto quanto il resto.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

Federico Cinti

Momenti di poesia

BIBAPPALULA

Parole Diversamente ALiBi di: Michele Cristiano Aulicino

LE RECENSIONI DI ROMINA

LEGGERE FA BENE ALL'ANIMA

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: