Tra le cose più ridicole

Tra le cose più ridicole,
E ce ne sono a bastimenti,
Spicca la competizione
Tra mezzi scribacchini
E i concorsi tra scribacchini tutti
E i concorsi tutti.
Io non concorro, al più corro
E discorro e incontro.
E se pure aborro, lo faccio senza livore,
Col sorriso, come bere un bicchiere d’acqua,
E so essere crudele, con affetto,
O con disinteresse, con gentilezza,
come solo la sincerità sa fare,
e non mi faccio sconti, o amici, 
O nemici. Non mi interessa l’arte o l’accademia,
Mi interessa la gente, la condivisione,
Non la gara a chi ce l’ha più lungo.
Ognuno è piú di quello che può.
Sono fiducioso.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Per boschi e contrade

Prodotti naturali di terra lucana

comehofattoanonpensarci

idee, progetti e suggerimenti per vivere più felici

miriammessina

Vivo e scrivo sulla splendida isola d'Ischia

ENDangered Peoples News

We must talk about it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: