l’ultima volta che ti ho sognata

l’ultima volta che ti ho sognata

avevi una camicia bianca

ma i denti erano più bianchi della camicia

ed io ero più bianco dei tuoi denti

l’ultima volta che ti ho sognata

eravamo seduti sul bordo del giardino

della casa che non ho ancora ristrutturato

piedi penzoloni ad ammirare la valle

l’ultima volta che ti ho sognata

eravamo amici e ci baciavamo da amici

e abbiamo fatto l’amore da amici

ci abbracciavamo da amici

e ridevamo da amici

con la felicità priva di sensi di colpa

che si ha solo tra amici

poi mi hai detto che non avevi preso la pilloa

ed io ho detto, “ok, facciamo un figlio”,

e tu hai risposto che non si fanno i figli con gli amici

e allora ho detto che magari ci potevamo amare

da amanti almeno per quei pochi secondi,

qualche contrazione e via, poi di nuovo amici!

E abbiamo riso, abbiamo riso tanto come non ridono né gli amici

né gli amori, abbiamo riso oltre i crampi alla pancia, le pillole,

i giardini a sbalzo sul cielo, sulla valle,

sull’amore, sugli amici, abbiamo riso e tutto è diventato bianco

di una luce che manco i tuoi denti,

e poi mi sono svegliato col dubbio d’averti messa incinta,

e dell’amore, che poi per fortuna sparisce ogni mattina

sotto l’acqua della doccia e per poi tornare, di notte,
qualche istante prima di cadere nel sonno.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Per boschi e contrade

Prodotti naturali di terra lucana

comehofattoanonpensarci

idee, progetti e suggerimenti per vivere più felici

miriammessina

Vivo e scrivo sulla splendida isola d'Ischia

ENDangered Peoples News

We must talk about it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: