La foto in cui sono la chitarra appoggiato alla finestra ed il sole mi decolla

Mi è capitata sotto gli occhi
Una foto in cui suono la chitarra
E la luce del sole taglia di netto
metà della mia testa
Il viso, di profilo, pare una maschera africana anemcia e con la barba.
La camicia a quadri che fa molto fuori_college americano
La posa plastica con gamba accavallata anche in piedi tradisce una certa senilità di fondo.

E sarebbe una foto come un’altra
Ma non lo è.
Non lo è perché è una foto pluringannevole

Uno: della chitarra conosco solo la scala pentatonica
e suono come se a T. Emmanuel fosse venuto
Il piú epilettico degli attacchi epielettrici.

Due: mi costringe a scrivere una pseudo poesia narrativo_inutile_descrittiva,
mentre ero partito con l’intento di giocare sulla parola “decollato”.

Tre: i santi, martiri, devono avere a che fare con i primi astronauti dato che molti sono stati decollati. (Lasciatemelo dire)

Quattro (numero bonus per i primi 100 lettori):
Ricordo bene a chi pensavo in quella foto,
pensavo di essere altrove
col sole alle spalle,
il muro era fatto di onde di mare e di poster
Il porto! Le navi che sfilano avanti agli occhi e lei di fianco, in silenzio.
Il rumore, per riempire una distanza
Serve a molto poco. Però distrae.
Ho lo sguardo perduto, in quella foto.
Ho la malinconia della verità rivelata.
Quando non c’è spazio per un ipotetico futuro, ed il presente sovrasta ogni cosa,
Col peso dei corpi, e solo lo sguardo fugge,
Come una ritirata comandata troppo tardi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore Stefano Ligorio

IL CANTO DEGLI OCCHI

Possiedo il canto degli occhi, possiedo il profumo della dolcezza!

Per boschi e contrade

Prodotti naturali di terra lucana

comehofattoanonpensarci

idee, progetti e suggerimenti per vivere più felici

miriammessina

Vivo e scrivo sulla splendida isola d'Ischia

ENDangered Peoples

We must talk about it

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore Stefano Ligorio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: