Amori In Corridoio

Leggi una poesia

Poi un’altra

Poi ti alzi dalla sedia e

sposti i capelli dalla fronte

come hai sempre fatto

Da due mesi a questa parte

Da quando sono cresciuti

Senza che nessuno li baciasse

Qualcosa al piano di sopra

Si rompe in novecentonovantanove pezzi

(manca sempre qualche cosa per…)

È il vetro che frastuona di ricordo e

Si apre una finestra nel mezzo

Di questo sotto pavimento

Dice sia normale

Dice sia carnale

Hai voglia di tuffarti dentro

Questo sano desiderio di avventura

Come fosse una donna

Ma non lo è

È sentimento

È un tritaossa

Sono i morti conto terzi

Sono tutti in fila

Come un Ade ma senza manco un fiume

Una valle senza vette

un comò senza civette

È un ammasso di universi fritti dalla luce

Ci sei anche tu dentro questa fascia oraria

Con un polso teso come un filo al cielo

Mi chiami con la folta indifferenza…

Passa un’ape nella stanza silenziosa

gira intorno un poco sbirra

Poi si arrende e scappa via

Verso la sera che già strizza

l’occhio sul domani

E a queste nuvole

che non ne vogliono sapere

più di tanto dei fermenti

degli aghi degli abeti

degli amori stretti al muro

in un altro corridoio.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

futaki

Creations

Federico Cinti

Momenti di poesia

LE RECENSIONI DI ROMINA

LEGGERE FA BENE ALL'ANIMA

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: