Frontiera


La frontiera è
lingua di sabbia
e di parole
che puoi spostare 
alla bisogna inconsaputa
cioè: una cosa di cui conscio
penZi ch’ hai bisogno
ma qui gatta ci conscia
ciò che so è : che non comprendiamo
nemmanco cioò che io conosco per intuizione
uh – i muri – fuori dai libri
l’intel-letto che sopisce il bit
e i sette nani altri brontolano BiancaByte
così ci fanno una frontiera da paura
e della scarna conoscenza autolimentata 
i turbolenti di comprendonio, ecco 
come il cameratismo – come il popolo sovr-ano
ossi di seppie e di Sacra assistenza alla messa – in cool
potessero cadere i pensieri tutti quanti
in un orgasmo collettivo
parleremmo per gradi di infinito
e non per castelli – bordi – o lego­_mattoncini
indosso l’indivisa di turno
faccio una pace con qualcunque
la front-iera già puzza di passato
e di carogn* dimonio
occhi di bava
più là non ti mandare.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

Il Blog per TE

psicologia, curiosità, musica, cinema, moda e tanto altro!

Terracqueo

multa paucis

DestinodiLux

"Una persona che non ha mai fallito è una persona che non ha mai tentato"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: