Pelle d’ocra

Certi giorni tutti i poeti mì paiono idioti
Tutta quella inutilità trapiantata a fatica
Sulla carta: Lacrime e Sangue, diremo…
E quelli che si meravigliano?
…Ne vogliamo parlare? Che meravigliah!
“Esci, va’ a tuccà ‘e femmen!” Recitava più o meno così, Troisi: l’uomo poetico.
L’inno alla vita. La poesia della strada che non si ferma mai: la vita crudele: che:
ci chiude negli anfratti senza luce:
…E la tenebra che ogni tanto il guardo esclude:
Maledetti idioti: portando le sconfitte per le strade: scopriremo che non c’era niente da perdere: Non si possiede mai niente:
Sebbene per un difetto innato della logica –
– Si può donare tutto: essere allegri: cose migliori dell’inutile ombra / foglio di carta che non vuol essere dimenticato: fa’ bene e scordati: fa’ qualcosa col corpo finché sei in tempo: vivi finché respiri:
Ché dopo le cose so’ più complicate
Con la pelle d’ocra.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

miriammessina

Vivo e scrivo sulla splendida isola d'Ischia

ENDangered Peoples News

We must talk about it

stare senza mutande allunga il pene

stare senza mutande aiuta ad allungare il pene?si perché...

THE MESS OF THE WRITER

"SAPERE TUTTO DEL NULLA E NULLA DEL TUTTO." [If you're not italian, you have the possibility to translate all the articles in your own language, clicking on the option at the end of the home page of the blog]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: