L’ironia è ad appannaggio dei vetri e di chi sa comunque vedere attraverso ai…

l’ironia è la cifra del mio dio
se fatto uomo sarebbe iron.man
o-zioso di famiglia grasso
uno e triclino
sarebbe un carciofo
un cacciavire rotto
un fiore morto
io ad esempio se fossi dio
parlerei per bocca di un tombino
scherzerei con bambini
sulla parola tomba
e con gli adulti
sulla questione tromba
salirei tromboso sulle scale
senza mani
ed urlerei al miracolo
mentre mira.colo
mi ra.mmenta il mojito ed il sangue
ma più un cecchino israeliano
e un giornalista qualsiasi
che andava di press.a
e poi no. non più.
neg.azione.
fronte di liber.azione
dai non libri
questa cosa che
uccide senza ridere
e intollera i popoli e i pensieri
di chi nato sfortunato
non sa ridere non sa non sa
un sacco di altre cose
finanche più di me
che non so non so non so

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

Federico Cinti

Momenti di poesia

BIBAPPALULA

Parole Diversamente ALiBi di: Michele Cristiano Aulicino

LE RECENSIONI DI ROMINA

LEGGERE FA BENE ALL'ANIMA

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: