nazisti dell’ Illinois de’ noattri.

Pioggia e treni

Parapetti di plastica

Lasciano intravedere

Parte delle gambe e

Pochi culi : I più bassi

Il regionale che parte

Fa il suono del sonno perduto

La pioggia fa il resto e

La solita metafora della stazione

E del binario

E della bella ragazza

Che ti accarezza lo sguardo

A cui puoi giurare amore eterno

Solo e soltanto

In questa finestra temporale

Ché tanto non rivedrai mai più

Malgrado gli sforzi

E il potenziale in tasca

Per un milione di biglietti

E Settemilionidisorrisi che

Non colmeranno quello che hai rubato:

Ogni viaggio è clandestino

Ogni viaggio è un po’ abusivo

Mentre Temo sempre l’arrivo degli sbirri

Siedo sempre vicino a un poveraccio

E mi piace essere gentile

E seminare affetti e pacche sulle spalle

Soprattutto se il tempo gira brutto

Tra facce inebetite da reazionari nazisti

Dell’ Illinois de noattri.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

Riccardo Fracassi

Non solo Fotografia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: