La solitudine

la solitudine
che cos’è la solitudine?
lavanderie a gettoni
dove nessuno ci ha mai riconosciuto
sento dire ad una coppia
strade affollate dove gente ci stringe la mano?
oppure è stare sotto i piedi di un cuore sconosciuto?
chi è la solitudine? Sono io la solitudine?
è questa allegria immotivata?
oppure è questa la negazione della solitudine?
è la sete?
che cos’è me lo domando molto spesso
non so non so so non so non so
eppure di tanto in tanto un granello d’oro
si deposita sul petto come una luce
come il puntatore laser d una carabina
l’attesa del colpo che non arriverà
mentre altre volte è solo la polvere
la polvere dove germogliano
parole buone soltanto all’oblio e alla dimenticanza
Uh, la solitudine, questa sconosciuta
mi viene spesso da sorridere a tutti gli ambulanti
alle tre del pomeriggio di Luglio
stringiamo qualche mano:
M’Baye, come si dice “uomo brutto” in wolof?
a volte temo che negli occhi si legga il mio nome
comincio a sudare quando penso all’universo come un uomo
poi ripenso all’uomo come l’universo
e le cose si aggiustano spontaneamente
ma c’è sempre una risata sui bordi della solitudine
oppure non so non so non so
viene da lontano troppo lontano la solitudine
bisogna avere le domande giuste
ed io sono troppo allegro per trovare le parole.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

futaki

Creations

Federico Cinti

Momenti di poesia

BIBAPPALULA

Parole Diversamente ALiBi di: Michele Cristiano Aulicino

LE RECENSIONI DI ROMINA

LEGGERE FA BENE ALL'ANIMA

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: