PROGETTO POESIAH

Diffondete bellezza con fogli di carta e paroleProgettualmente in capannelliCon discussioni e dibattiti ci si domanda di azioni da compiere per “creare” qualcosa come un inutile dio qualsiasi. Mentre fuori tutto esplode senza permessoE anche dentro se davvero aveste la forzaDi girare i tarocchi della morte. Senza essere qualcuno, ma qualcosa. Un ittero o un bisbiglio. Per esempio. Se davvero vi arrendeste. Vedreste. Questa vitaCosí com’è. Terrificante e fulgida Come una scopa rotta che canta stornelli al ventoA squarciagola. Inorridita e innamorata. Senza domandare o prendere si ride. Una nuvola che caga termosifoni Fa da paravento ai montiDa basso qualcuno col dito indica lo spremi agrumi a idrogenoUna vecchia signora scalda la pasta di ieriUn cane che lascia il lavoro e inventa onlyfansCresce la sete nel circondario. Cresce la seta negli occhi dei preti. Cresce la sega tra i vetri dei giorni.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

futaki

Creations

Federico Cinti

Momenti di poesia

BIBAPPALULA

Parole Diversamente ALiBi di: Michele Cristiano Aulicino

LE RECENSIONI DI ROMINA

LEGGERE FA BENE ALL'ANIMA

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: