Dimentidanze

Qui ho dimenticato
Di accendere la musica
E poi di respirare
E di far mangiare i frizzi
prima di uscire di casa per sempre
Qui ho dimenticato
di chiudere la porta
E la busta dei drastifix
Rovesciata sopra al tavolo
Tra le arance già sbucciate
Qui ho dimenticato il sorso del vino
Nell bicchiere intonso
Per aver troppo ballato
In direzione sbagliata
Qui ho dimenticato
In fretta ogni cammino
E lo sguardo ossuto
Sul tappeto di una madre
Che ha perduto il pavimento
Qui ho dimenticato
Di interrogare gli aspri
E questi hanno aspreggiato
Cosí come dovevano
Ed ora sempre pallido
Ancora assorto
Dico che ho dimenticato
Anche di dimenticare
Ed altre tre parole come:
Laspo, idrospelo, finale.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Povertà e Ricchezza Storie di Alberto C.

Racconti, fantasy, horror, amore, favole noir

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: