Ora che ho mangiato i francesi

​Ora che ho mangiato I francesi

e bevuto gli americani

Scaldato i russi sopra una fiamma di febbre

E che ho ruttato commosso

I dolci versi d’amore

Adesso che Napoli

E Bologna e Pisa e Milano

scorrono come sudori

Lungo la schiena arrossata

E che i continenti vecchissimi

Li ho tatuati negli occhi

Con parole cuneiformi

Risalgo questa montagna

Che è una voce di madre e 

Vedo i fantasmi di tutto il pianeta

Parlare una lingua

Che è Di terra e di sole

E se qualcosa va storto

Io parlo con loro

E questi mi dicono:

Sei di terra e di sole

Di terra e di sole

Di terra e di sole.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

BIBAPPALULA

Parole Diversamente ALiBi di: Michele Cristiano Aulicino

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: