I Timidi. Dalla raccolta di microracconti ineditabili ” So’ Ragazzi”

Capitava spesso, a quelli un poco timidi,

di tentare di far colpo sulle ragazze con un pensiero profondo,

e succedeva altresì spesso che nel mentre che si era assorti

a meditare qualcosa di profondo, dei tali, meno sprovveduti

si accoppiavano  con le nostre, ignare, ipotetiche, potenziali, fantomatiche, ragazze.

La vita sembrava appartenere sempre un po’ più agli altri.

A noi restavano i silenzi, le parole, i libri, i cuscini, le birre, la musica,

gli amici, lo sport, le droghe, la strada, e tutte le altre cose

che non avevano una figa.

andare-camminare-bestemmiare

Certi giorni le cose mi attraversano come una tempesta furiosa
altre volte resto saldo come un pilone in mezzo al ciclone
soffro la solitudine di tutti in mezzo alla gente
e cerco le voci sincere che parlano al cuore
accetto anche cose terribili
ché l’uomo è crudele
e so perdonare, ridere, dire, fare, baciare,
andare-camminare-lavorare, bestemmiare!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Per boschi e contrade

Prodotti naturali di terra lucana

comehofattoanonpensarci

idee, progetti e suggerimenti per vivere più felici

miriammessina

Vivo e scrivo sulla splendida isola d'Ischia

ENDangered Peoples News

We must talk about it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: