Dice l’Estate (Quasi una poesia)

Dice…
l’estate ti abbraccia
Con punture di grano
Pizzichi di ortiche e cardi
Animali a sangue freddo
Che diventano toreri
Come per tauromaGia
Le valli spruzzano vapore al mattino
Alle prime luci
Gli uccelli e le cicale
Cantano qualcosa
Ai grilli come a dire: Bentrovato
Tutto è così breve
Prima correvo per i campi
e salutavo le persone
Con la mano alzata
E questi rispondevano
e mi vedevano
Ed io vedevo loro
E ci sorridevamo come cavalli
E questo mi rallegra
– É una delle cose
che piú amo della vita.
L’altra sera ho visto la luna
Tramontare dietro Fontana Longa
Accade molto spesso
Ma fa sempre un certo effetto
Poi ho visto Marte e Saturno
Ma niente di Plutone.
Cosa voglio dire? Niente
Ero con una ragazza
Litighiamo spesso
Così ci piace.
Spesso ci diciamo :
Che bel cielo!
Voglio dire: la vita è fatta di attimi
Adesso la luna, adesso Marte
Ogni tanto una cometa
L’importante è esserci
tutto è cosí meraviglioso
Anche la morte o la
Terrificante malattia
Che spezza i sentimenti
E sedimenta il cuore.
Penso spesso
A chi è scomparso mentre corro
Ogni tanto piango col sorriso
É tutto così acceso
E vivido che sembra
Quasi eterno quasi vero
Quasi una poesia

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore Stefano Ligorio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: